Riapertura sede e ripresa attività

29 aprile 2020 - News
Riapertura sede e ripresa attività

 

 

 

 

 

AGGIORNAMENTO del 16 luglio 2020 

 

CHIUSURA SEDE AGOSTO 2020

Si avvisano studenti e docenti che con decreto del Direttore è stato stabilito che la sede del Conservatorio Rossini rimarrà chiusa dal 10 al 22 agosto 2020. Al di fuori di questo periodo nel mese di agosto le aule saranno disponibili per studio e lezioni dalle ore 8 alle ore 19.

Gli uffici di segreteria saranno regolarmente contattabili per tutto il mese via mail e telefono nei consueti orari.

 

COMUNICATO RIAPERTURA del 26 maggio 2020 aggiornato

Lunedì 1° giugno il Conservatorio Rossini riaprirà la propria sede, dopo un periodo travagliato di chiusura durato tre mesi. Avremmo desiderato riaprire qualche giorno prima, ma le necessità legate alla sicurezza ci hanno imposto tempi e scrupoli approfonditi, poiché la ripresa graduale delle attività dell’Istituto e i diritti degli studenti a completare i propri percorsi formativi sono sempre subordinati alle garanzie della sicurezza collettiva. Sono state stabilite al riguardo delle dettagliate procedure alle quali dovremo tutti scrupolosamente adeguarci: vi prego di leggere con attenzione l’integrazione al Documento di Valutazione dei rischi.

La riapertura, in questa prima fase, sarà finalizzata a tesi di laurea ed esami, mentre l’ordinaria attività didattica, in ottemperanza a tutti i decreti promulgati, continuerà a distanza.

Nei mesi di giugno e luglio si svolgerà dunque, in un unico appello unificato, tutta la sessione estiva. Nei primi 15 giorni di giugno dovremo svolgere innanzitutto le tesi di laurea sospese del mese di marzo scorso, per rispettare la scadenza ministeriale di proroga relativa all’ultima sessione invernale dell’a.a. 2018/19. Nello stesso periodo sarebbe opportuno riuscire a realizzare anche gli esami teorici on-line (accademici e preaccademici), per permettere agli studenti di potersi poi dedicare agli altri esami pratici, questi ultimi da calendarizzare preferibilmente dal 15 giugno al 15 luglio, riservando le ultime settimane di luglio alle altre tesi di Biennio e Triennio. Questa scansione temporale non ha alcun valore di obbligatorietà, ma solo di suggerimento generale per cercare di gestire meglio l’opportuno distanziamento, spaziale e temporale, delle attività.

Nei prossimi due mesi dobbiamo quindi dare la precedenza nell’utilizzo degli spazi dell’Istituto agli studenti che devono sostenere esami in questa sessione estiva, permettendo loro di venire a studiare, a provare con i pianisti collaboratori e anche con i propri docenti, se richiesto. Ci tengo a precisare che l’eventuale presenza del docente a queste prove prima dell’esame non si configura in alcun modo come attività didattica ordinaria, ma rientra solo nella tipologia di “esercitazioni” finalizzate ad esame prevista dai decreti vigenti. Oltre che agli studenti con esami nella sessione estiva, permetteremo l’accesso anche a studenti di percussioni, arpa, organo e clavicembalo (che in questi mesi non hanno potuto studiare a casa perché sprovvisti di strumento), nonché agli studenti di pianoforte e di canto in genere, qualora la disponibilità di aule lo consenta. Nulla vieta di accogliere anche studenti di altre materie, ma sempre se la disponibilità di spazi lo consentirà.

Poiché per motivi di sicurezza dobbiamo contingentare il numero di persone presenti giornalmente in sede, l’accesso sarà consentito solo dietro prenotazione scritta, confermata per iscritto dal Conservatorio (cfr. modalità di prenotazione aule alla pagina prenotazione aule). Lo studente o il docente che vorrà prenotare un’aula per una prova di esame dovrà scrivere una mail (prenotazioneaule@conservatoriorossini.it) e ricevere una mail di conferma scritta da esibire al box per essere autorizzato all’ingresso. Per il momento permetteremo la prenotazione di un’aula per un massimo di due ore giornaliere, prolungabile in assenza di altre richieste. L’attività di studio e prova dovrà terminare entro le ore 19 per permettere la sanificazione degli ambienti.

Considerate le limitazioni di tempo e spazio, dovremo contingentare anche l’utilizzo dei collaboratori pianistici, per i quali raccomandiamo di non utilizzare più di 3 ore totali per la preparazione di un esame o tesi accademici, o 1h30’ per eventuali esami preaccademici.

Veniamo adesso al capitolo più delicato riguardante le modalità di svolgimento di tesi ed esami.

Come avete già letto nell’ultimo verbale di Consiglio accademico, gli esami delle discipline teoriche si svolgeranno tutti on-line (accademici e preaccademici, possibilmente entro il 15 giugno), mentre quelli delle discipline pratiche si potranno svolgere con modalità diverse:

Poiché in questo ultimo periodo sono pervenute richieste diverse riguardo alle modalità di esame da parte delle diverse discipline, verificato che per quanto riguarda la sicurezza, l’ampiezza dell’Auditorium Pedrotti e della Sala Marmi consentono anche la modalità tradizionale, ma valutato anche che il viaggio per raggiungere la sede può creare problemi a molti, riteniamo, sentito anche il Consiglio accademico, che la cosa migliore sia lasciare la facoltà di scelta ai singoli Consigli di Disciplina. Questi ultimi decideranno a maggioranza quale modalità adottare e lo comunicheranno alla segreteria, con il più ampio anticipo possibile (possibilmente entro il 1° giugno) per poter provvedere alla calendarizzazione e all’organizzazione dell’esame. Ovviamente non possiamo permettere di esaminare studenti della stessa disciplina in modi diversi, se non per cause di forza maggiore (per esempio uno studente rimasto bloccato all’estero), poiché si devono garantire le stesse condizioni per tutti, pena la perdita di credibilità dell’esame stesso.

Cerchiamo quindi di precisare le modalità 2 e 3.

La modalità 2 “mista” prevede che il candidato affronti in sede la performance musicale, mentre la commissione valuta l’esecuzione a distanza e non in diretta, attraverso un file audio-video registrato dal Conservatorio e inviato successivamente all’esecuzione. Un membro della commissione a scelta (da comunicare preventivamente alla segreteria) dovrà comunque presenziare in sede all’esame per convalidare la correttezza dello svolgimento della prova. L’esecuzione dovrà corrispondere ad una normale prova di esame, cioè fatta di seguito, senza possibilità di ripetizioni, ma con le consuete piccole pause fra un brano e l’altro. Il candidato avrà a disposizione al massimo un’ora per completare tutta la registrazione, compreso un breve check acustico iniziale e le pause fra i vari brani: dobbiamo avere certezza della durata complessiva per poter provvedere alla sanificazione obbligatoria fra un esame e il successivo. Qualora il candidato opti per un’esecuzione con base preregistrata invece che con il pianista accompagnatore, la cosa dovrà essere segnalata con evidenza alla segreteria per poter provvedere organizzativamente. Nel caso di una tesi di laurea che preveda anche una parte scritta, questa verrà discussa nella successiva riunione on-line della commissione.

Il file registrato dell’esecuzione verrà inviato alla commissione entro la stessa giornata, o al massimo entro il giorno lavorativo successivo all’esame. La commissione si riunirà entro il giorno successivo, su una piattaforma on-line a propria scelta, per discutere e verbalizzare elettronicamente, tramite apposita funzione del registro elettronico. Lo studente potrà accettare o meno il voto proposto dalla commissione tramite apposita funzione nella propria area riservata del registro.

Per questa modalità “mista” è importante comunicare alla segreteria con ampio anticipo, oltre alla data e all’orario, anche il numero di candidati dell’esame, per poter organizzare le registrazioni e il successivo invio di files.

La modalità 3, con candidato e commissione on-line, sarà riservata a casi particolari, valutati dal singolo Consiglio di Disciplina, di studenti con difficoltà a raggiungere la sede.

In questo caso, per garantire la correttezza dell’esame, l’esecuzione avverrà in diretta di fronte alla commissione, con facoltà da parte dello studente di inviare in un secondo momento alla commissione una registrazione audio-video di quanto già eseguito. Tale facoltà è data, qualora lo studente disponga di apparecchi di registrazione di buona qualità, al fine di permettere un migliore ascolto e valutazione. La commissione ovviamente verbalizzerà tramite registro elettronico.

E’ bene ricordare a tutti i docenti che (DPCM 17.05.2020, art.1, lettera t) “..le assenze maturate dagli studenti di cui alla presente lettera non sono computate ai fini dell’eventuale ammissione ad esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni..” e pertanto le eventuali assenze alle lezioni on-line non influiscono sull’ammissione all’esame. Tali eventuali assenze verranno segnate sul registro elettronico alla voce “assente giustificato”.

Per facilitare l’attività organizzativa di queste sessioni di esame che, come potete capire, si presenta abbastanza complessa, si chiede agli studenti di triennio e biennio di rispettare le scadenze di prenotazione degli esami accademici (clicca qui per visualizzare le scadenze).

N.B. A partire dall’a.a. 2019/20 la verbalizzazione degli esami avverrà esclusivamente online.L’accettazione o meno del voto d’esame va effettuata dalla propria area riservata, entro 3 giorni dall’esame stesso. In assenza di accettazione o rifiuto del voto d’esame nei termini stabiliti, il voto si considera accettato.

Per quanto riguarda gli esami di vecchio ordinamento e preaccademici, le commissioni e le date (preferibilmente dopo il 15 giugno) verranno stabilite, come di consueto, dalla direzione, sulla base delle domande d’esame pervenute e delle indicazioni dei docenti.

A breve verrà inviato a tutti i docenti un manuale di istruzioni per la verbalizzazione elettronica.

Tutto quanto qui sopra esposto potrà cambiare in futuro, qualora l’evoluzione della situazione lo consenta, e ovviamente tutti ci auguriamo di poter tornare quanto prima alla normalità. Nel frattempo cercheremo di essere flessibili nella programmazione delle attività, ma scrupolosi nella tutela della sicurezza collettiva.

Buona ripresa e buon lavoro a tutti!

LA DIREZIONE


Aggiornamento del 13 maggio 2020

Si informano tutti gli studenti interessati che, a causa dell’attuale situazione, la scadenza per la presentazione delle domande d’esame per i corsi del previgente ordinamento, propedeutici e preaccademici fissata al 30 aprile è prorogata.

Il Consiglio Accademico del Conservatorio Rossini ha deliberato in data 4 maggio 2020 quanto segue:


Si prega di controllare costantemente le news su questa pagina per ulteriori aggiornamenti.

Il Conservatorio assicura lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative del personale amministrativo in forma agile e del personale docente nella modalità delle lezioni a distanza.

Gli uffici potranno essere contatti via mail e svolgeranno le proprie attività negli orari regolari di servizio.

Link utili: