Daniele Valentino Filippi

Logo Conservatorio graffa

Daniele Valentino Filippi
STORIA DELLA MUSICA

dv.filippi@conservatoriorossini.it

Daniele Filippi si addottorato in Filologia musicale presso l’Università degli Studi di Pavia/Cremona nel 2004. Ha lavorato presso la casa editrice Adelphi a Milano (2004-2012) ed è stato in seguito Research Fellow al Jesuit Institute del Boston College (Boston, USA, 2012-2014). Dal 2014 al 2020 è stato ricercatore presso la Schola Cantorum Basiliensis (Fachhochschule Nordwestschweiz, Musik-Akademie Basel, Basilea, Svizzera), nell’ambito di progetti dedicati alla musica sacra del secondo Quattrocento, e in particolare al repertorio della corte sforzesca e del Duomo di Milano. Le sue ricerche vertono sulla musica, la spiritualità, i fenomeni intertestuali e i paesaggi sonori della prima età moderna: ha pubblicato edizioni critiche, libri, articoli e contributi su compositori come Gaffurio, Palestrina, Victoria, Marenzio e G.F. Anerio. Ma i suoi interessi comprendono, fra l’altro, il canto cristiano dalle sue origini a oggi, i «Sound studies» (sia di taglio storico che nella contemporaneità), e l’uso delle nuove tecnologie nell’ambito della filologia musicale.
Tra le pubblicazioni recenti vi sono i volumi Listening to Early Modern Catholicism: Perspectives from Musicology (con M. Noone, Brill, 2017: https://brill.com/view/title/35094), Mapping the Motet in the Post-Tridentine Era (con E. Rodríguez-García, Routledge, 2018: https://www.routledge.com/Mapping-the-Motet-in-the-Post-Tridentine-Era/Rodriguez-Garcia-Filippi/p/book/9781138207103), e Codici per cantare: I Libroni del Duomo nella Milano sforzesca (con Agnese Pavanello, Lucca, LIM, 2019: https://www.lim.it/it/opere-collettive/5652-codici-per-cantare-9788870969788.html).
Per ulteriori informazioni, si veda https://conservatoriorossini.academia.edu/DanieleVFilippi.