Triennio Direzione Coro

Logo Conservatorio Rossini

 

 

 

DIREZIONE di CORO Corso Triennio di I livello

 

PROGRAMMA ESAME DI AMMISSIONE

La prima prova tende a verificare le abilità tecniche del candidato nell’ambito della direzione, la seconda le conoscenze e le abilità nell’ambito della formazione musicale di base.

Prima prova
1) Tre prove scritte in clausura della durata massima di 10 ore:
a. Armonizzazione a 4 parti di un basso imitato assegnato dalla commissione, oppure composizione di un brano in stile polifonico a 3 o 4 voci su traccia assegnata dalla commissione.
b. Composizione dell’accompagnamento pianistico a una melodia assegnata di carattere vocale o strumentale.
c. Composizione di un brano per pianoforte su tema assegnato.
2) Presentazione di almeno una composizione originale per un organico vocale o strumentale a scelta.
3) Concertazione e direzione di un breve brano per ensemble vocale.

Seconda prova (per Composizione, Direzione di Coro, Direzione d’Orchestra, Strumentazione)
1) Lettura a prima vista al pianoforte di un brano per più strumenti a scelta della commissione
2) Colloquio sui fondamenti teorici della composizione musicale

Seconda prova  (Lettura della partitura)

1) Esecuzione di uno studio, estratto a sorte seduta stante fra cinque presentati dal candidato, tratti
da:
– Longo, Czernyana fasc. 3° e 4°
– Czerny, Scuola della velocità op. 299
– Clementi, Preludi ed esercizi
2) Esecuzione di un brano di J. S. Bach, estratto a sorte seduta stante fra quattro (due Invenzioni a 3 voci + due brani dalle Suite Inglesi) presentati dal candidato.
3) Esecuzione di una sonata scelta dal candidato tra quelle di Haydn, Mozart, Clementi e Beethoven op. 49.
4) Esecuzione di un brano per pianoforte del periodo romantico di difficoltà relativa al corso.
5) Esecuzione di un brano per pianoforte del periodo moderno o contemporaneo di difficoltà relativa al corso.
6) Esecuzione, a scelta della commissione, di scale maggiori e minori nell’estensione minima di tre ottave.
7) Esecuzione, a scelta della commissione, di arpeggi consonanti e dissonanti nell’estensione minima di tre ottave.
8) Lettura a prima vista di un brano scelto dalla commissione.
9) Trasporto a prima vista, non oltre un tono sopra o sotto, di un facile brano scelto dalla commissione.

Colloquio di carattere generale e motivazionale

 

PIANO DI STUDIO TRIENNIO DIREZIONE di CORO