Corso propedeutico Violino

Logo Conservatorio Rossini

 

 

 

Violino Corso propedeutico

Programma esame di ammissione

La prima prova tende a verificare le abilità strumentali e la maturità musicale del candidato, la seconda le conoscenze teoriche e di cultura musicale di base.

PRIMA PROVA
1) Scale e arpeggi in posizione fissa, da eseguire con note sciolte e legate, fino alla quinta posizione. In alternativa, una scala con relativo arpeggio a 3 ottave con note sciolte e legate a scelta del candidato.
2) Esecuzione di tre studi, di almeno due autori differenti, tratti dai seguenti metodi: 
– H. Sitt (vol. II, III, IV, V)
– J. F. Mazas
– H.E. Kayser (dallo studio n. 13 in poi)
– R. L. Polo (studi a corde doppie)
– R. Kreutzer
– F. Fiorillo
– altri metodi di livello equivalente o superiore
3) Esecuzione di un brano a scelta con accompagnamento di altro strumento o un tempo tratto dalle sonate e partite di J. S. Bach per violino solo.
4) Lettura estemporanea di un facile brano assegnato dalla commissione.
La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

SECONDA PROVA
1) Leggere un solfeggio estemporaneamente, mediante sillabazione o percussione, nelle chiavi di violino e basso con figurazioni ritmiche nei tempi semplici e composti consoni al repertorio strumentale o vocale richiesto in sede di ammissione.
2) Lettura cantata di semplici melodie nei modi diatonici maggiore e minore.
3) Scrivere sotto dettatura semplici frammenti melodici con intervalli maggiori, minori, giusti e riconoscere semplici strutture cadenzali basate sulle funzioni armoniche di tonica, sottodominante, dominante.
4) Rispondere a domande di teoria riguardanti scale, intervalli, triadi, tonalità.