Corso propedeutico Liuto

Logo Conservatorio Rossini

 

 

 

Liuto Corso propedeutico

Programma esame di ammissione

La prima prova tende a verificare le abilità strumentali e la maturità musicale del candidato, la seconda le conoscenze teoriche e di cultura musicale di base.

PRIMA PROVA
1) Scale e arpeggi maggiori e minori di due ottave (nelle posizioni più agevoli) e di una scala maggiore e di una minore per terze, seste e decime senza cambio di posizione scelte dalla commissione fra quelle proposte dal candidato (v. anche A. Damiani, op. cit., p. 86 e ss.)
2) Esecuzione al liuto di un programma della durata di 15 minuti con repertorio scelto dal candidato nel quale siano compresi almeno un brano appartenente a ciascuna delle seguenti categorie:
a) Composizioni a due voci di E. de Valderrabano, M. de Fuenllana et al. (esempi reperibili anche in A. Damiani, Metodo per Liuto Rinascimentale, Bologna, Ut Orpheus, 1998, p. 103 e ss.)
b) Danze del primo Rinascimento (P. P. Borrono, J. A. Dalza, H. Newsidler et al.) di livello tecnico equivalente ai brani di cui al punto a)
c) Brani del repertorio inglese di epoca elisabettiana di livello tecnico equivalente ai brani di cui ai punti a) e b)
3) Lettura a prima vista di due semplici brani (o parti di essi), uno in intavolatura italiana e l’altro in intavolatura inglese.
La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

SECONDA PROVA
1) Leggere un solfeggio estemporaneamente, mediante sillabazione o percussione, nelle chiavi di violino e basso con figurazioni ritmiche nei tempi semplici e composti consoni al repertorio strumentale o vocale richiesto in sede di ammissione.
2) Lettura cantata di semplici melodie nei modi diatonici maggiore e minore.
3) Scrivere sotto dettatura semplici frammenti melodici con intervalli maggiori, minori, giusti e riconoscere semplici strutture cadenzali basate sulle funzioni armoniche di tonica, sottodominante, dominante.
4) Rispondere a domande di teoria riguardanti scale, intervalli, triadi, tonalità.